13.1 C
Rome

Grazie al referendum sul taglio dei parlamentari ci terremo questo governo fino al 2023, statene certi.

Must read

Alla sinistra senza un programma rimangano solo gli slogan: Lotta al fascismo e agenda Draghi.

La campagna elettorale del pd è appena iniziata ma sta già assumendo dei contorni esilaranti. Letta sta dimostrando...

Perchè preferire una vera coalizione antisistema al centrodestra di Giorgia Meloni.

A me la Meloni piace, sia chiaro. Mi piacciono le sue idee, non tutte ma la maggior parte,...

Tutto secondo copione: Ricominciano con il vile ricatto del mostro spred.

Come avevo previsto nelle scorse settimane le vedovelle di Draghi ritornano subito all’assalto con la stucchevole retorica dei...

Crisi di governo: Non c’è niente di più fascista dei sedicenti democratici.

L’esperienza di governo del peggior presidente del consiglio della storia volge finalmente al termine. Mattarella si appresa a sciogliere le camere e...

Tanto per cambiare un’altra geniale pensata del movimento 5% si rivela un vero e proprio boomerang per gli Italiani.

Quando gli Italiani nel mese di settembre si recarono alle urne desiderosi di vendetta nei confronti della casta non avevano fatto i conti con un piccolo particolare: l’amore incondizionato per la poltrona dei nostri politicanti con gli esponenti del movimento 5% su tutti. Si perché sono stra convinto che se la gente potesse tornare indietro voterebbero compatti per il mantenimento del numero non perché ritenessero giusto il numero ma perché il taglio ha portato a una conseguenza che in pochi avevano pensato al tempo e cioè che se già era difficile staccarli prima dalla poltrona adesso è diventata veramente una missione impossibile.

Se oggi si andasse a votare e si replicassero i risultati delle scorse elezioni, cosa improbabile viste le magnifiche performance dei movimento 5%, già cosi tutte le forze politiche perderebbero quasi la metà dei parlamentari; In più aggiungete a questo il fatto che lo schieramento politico che attualmente detiene il maggior numero di parlamentari con il 35% dei voti alle scorse elezioni se si andasse a votare oggi probabilmente sfiorebbe il 5%, mettete insieme tutto questo e vi renderete conto che la frittata è servita, non li schioderemo mai prima del 2023…

Le persone che avevano votato per il taglio dei parlamentari l’avevano fatto un po per una questione di giustizia sociale un po per alleggerire le casse dello stato, purtroppo ingenuamente non avevano fatti i conti con il disastro economico che avrebbe causato la permanenza dell’attuale esecutivo!

Ma ormai il danno è fatto e bisogna rassegnarsi al fatto con non ce li toglieremo dai piedi fino al 2023 mi duole darvi questa brutta notizia ma qualcuno doveva pur farlo. Bei tempi quelli in cui in cui i 5 stelle si stracciavano le vesti per la democrazia e urlavano in parlamento contro la vendita dei parlamentari un tanto al chilo. Quelli che un tempo si chiamavano voltagabbana nella neo lingua penta stellata sono divenuti ora i costruttori responsabili e faranno di tutto per trovarli statene certi.

Faranno di tutto per rimanere in sella e portare a termine la riscossione della loro lotteria, sono pronti a tutto tanto l’onore e la dignità le hanno già perse da un pezzo e consci che nessuno li rivoterà presto faranno il nuovo governo con pd e forza Italia e a quel punto, si spera, verranno abbandonati anche dai percettori del reddito di cittadinanza e dai lettori del fatto quotidiano.

- Advertisement -

More articles

- Advertisement -

Latest article

Alla sinistra senza un programma rimangano solo gli slogan: Lotta al fascismo e agenda Draghi.

La campagna elettorale del pd è appena iniziata ma sta già assumendo dei contorni esilaranti. Letta sta dimostrando...

Perchè preferire una vera coalizione antisistema al centrodestra di Giorgia Meloni.

A me la Meloni piace, sia chiaro. Mi piacciono le sue idee, non tutte ma la maggior parte,...

Tutto secondo copione: Ricominciano con il vile ricatto del mostro spred.

Come avevo previsto nelle scorse settimane le vedovelle di Draghi ritornano subito all’assalto con la stucchevole retorica dei...

Crisi di governo: Non c’è niente di più fascista dei sedicenti democratici.

L’esperienza di governo del peggior presidente del consiglio della storia volge finalmente al termine. Mattarella si appresa a sciogliere le camere e...

Giunge al termine l’epopea del bibitaro che divenne ministro?

Ormai del ministro Of Maio non rimane più nemmeno la brutta copia di copia di se stesso. Sono lontani...