13.1 C
Rome

L’infame tessera verde che non va più via

Must read

Alla sinistra senza un programma rimangano solo gli slogan: Lotta al fascismo e agenda Draghi.

La campagna elettorale del pd è appena iniziata ma sta già assumendo dei contorni esilaranti. Letta sta dimostrando...

Perchè preferire una vera coalizione antisistema al centrodestra di Giorgia Meloni.

A me la Meloni piace, sia chiaro. Mi piacciono le sue idee, non tutte ma la maggior parte,...

Tutto secondo copione: Ricominciano con il vile ricatto del mostro spred.

Come avevo previsto nelle scorse settimane le vedovelle di Draghi ritornano subito all’assalto con la stucchevole retorica dei...

Crisi di governo: Non c’è niente di più fascista dei sedicenti democratici.

L’esperienza di governo del peggior presidente del consiglio della storia volge finalmente al termine. Mattarella si appresa a sciogliere le camere e...

Da ieri tutti i media con tono trionfalistico annunciano che il sire ha restituito al popolino la propria libertà ma poi vai ad approfondire e capisci subito che non è cambiato niente. Come avevamo già previsto nei precedenti articoli infatti il greenpass non verrà affatto abrogato. Dal 30 aprile, non subito sia mai, infatti ci sarà concesso di poter mangiare fuori dai ristoranti mentre i cani potranno mangiare all’interno e ci sarà anche concesso di poter lavorare ma solo dopo aver ben trapanato il naso ogni 48 ore. L’alternativa? Ovviamente sempre la stessa, bucarsi con un farmaco sperimentale fatto in fretta e furia che sta facendo più morti del covid stesso e che ad oggi è totalmente inutile in quanto progettato per la prima variante che di fatto non esiste più. Queste gentili concessioni del nostro sire però, è bene specificarlo, non varranno per tutti i lavoratori infatti per sanitari e docenti l’opzione trapanamento del naso non sarà valida e per loro rimarrà sia l’infame tessera verde che l’infame ricatto vaccinale.

Ora con tutte queste concessioni avete anche il coraggio di lamentarvi complottisti che non siete altro? Dobbiamo gioire e festeggiare di essere l’unico paese al mondo che continuerà ad usare il vile ricatto contro i suoi cittadini. L’unica cosa che mi consola in questa situazione desolante è che almeno a Roma e provincia nella quale risiedo sembra che tutto questo non sia mai esistito, nessuno richiede l’infame tessera verde e nemmeno più il simbolo della dittatura sanitaria (la mascherina) per accedere ai locali.

Il consiglio che vi do per uscire vivi da questo periodo? Ovviamente sempre lo stesso, riascoltate il messaggio dal futuro che trovate qua sotto e non rispettate nessuna delle loro stupide restrizioni, se siete proprietari di aziende non chiedete l’infame tessera verde ai vostri dipendenti, se avete bar o ristoranti ovviamente nemmeno ai clienti. E non mi interessa che rischiate la multa o quale altra tortura il sire ha disposto per voi , se non siete in grado di opporvi con fermezza a questo obbrobio giuridico Dio vi punirà con tutta la sua potenza e sarete destinati a fallire.

- Advertisement -

More articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -

Latest article

Alla sinistra senza un programma rimangano solo gli slogan: Lotta al fascismo e agenda Draghi.

La campagna elettorale del pd è appena iniziata ma sta già assumendo dei contorni esilaranti. Letta sta dimostrando...

Perchè preferire una vera coalizione antisistema al centrodestra di Giorgia Meloni.

A me la Meloni piace, sia chiaro. Mi piacciono le sue idee, non tutte ma la maggior parte,...

Tutto secondo copione: Ricominciano con il vile ricatto del mostro spred.

Come avevo previsto nelle scorse settimane le vedovelle di Draghi ritornano subito all’assalto con la stucchevole retorica dei...

Crisi di governo: Non c’è niente di più fascista dei sedicenti democratici.

L’esperienza di governo del peggior presidente del consiglio della storia volge finalmente al termine. Mattarella si appresa a sciogliere le camere e...

Giunge al termine l’epopea del bibitaro che divenne ministro?

Ormai del ministro Of Maio non rimane più nemmeno la brutta copia di copia di se stesso. Sono lontani...