8.4 C
Rome

L’infame tessera verde che non va più via

Must read

Mainstream sugli scudi per la “donna” picchiata a Milano. Se fosse stato uomo, bianco ed etero avrebbero fatto lo stesso?

La sinistra si compatta, piena d'indignazione per la “donna” malmenata a Milano fuori dalla scuola. Ovviamente, come sempre,...

E’ partita la giostra del cambiamento climatico, nuova supposta in arrivo dalla Ue?

E’ partita la giostra del cambiamento climatico, nuova supposta in arrivo dalla Ue? Guardando la...

Fermiamo lo sviluppo dell’intelligenza artificiale prima che sia troppo tardi.

Il progresso tecnologico sta raggiungendo velocemente il suo apice, aprendo le porte a una nuova era: quella dell'intelligenza artificiale. Mai prima d'ora...

L’Italia entra ufficialmente in guerra. Siete pronti a morire per Kiev?

Quando ieri ho visto le immagini della parata trionfante per l’arrivo di Zelensky a Roma ho fatto veramente fatica a credere ai...

Da ieri tutti i media con tono trionfalistico annunciano che il sire ha restituito al popolino la propria libertà ma poi vai ad approfondire e capisci subito che non è cambiato niente. Come avevamo già previsto nei precedenti articoli infatti il greenpass non verrà affatto abrogato. Dal 30 aprile, non subito sia mai, infatti ci sarà concesso di poter mangiare fuori dai ristoranti mentre i cani potranno mangiare all’interno e ci sarà anche concesso di poter lavorare ma solo dopo aver ben trapanato il naso ogni 48 ore. L’alternativa? Ovviamente sempre la stessa, bucarsi con un farmaco sperimentale fatto in fretta e furia che sta facendo più morti del covid stesso e che ad oggi è totalmente inutile in quanto progettato per la prima variante che di fatto non esiste più. Queste gentili concessioni del nostro sire però, è bene specificarlo, non varranno per tutti i lavoratori infatti per sanitari e docenti l’opzione trapanamento del naso non sarà valida e per loro rimarrà sia l’infame tessera verde che l’infame ricatto vaccinale.

Ora con tutte queste concessioni avete anche il coraggio di lamentarvi complottisti che non siete altro? Dobbiamo gioire e festeggiare di essere l’unico paese al mondo che continuerà ad usare il vile ricatto contro i suoi cittadini. L’unica cosa che mi consola in questa situazione desolante è che almeno a Roma e provincia nella quale risiedo sembra che tutto questo non sia mai esistito, nessuno richiede l’infame tessera verde e nemmeno più il simbolo della dittatura sanitaria (la mascherina) per accedere ai locali.

Il consiglio che vi do per uscire vivi da questo periodo? Ovviamente sempre lo stesso, riascoltate il messaggio dal futuro che trovate qua sotto e non rispettate nessuna delle loro stupide restrizioni, se siete proprietari di aziende non chiedete l’infame tessera verde ai vostri dipendenti, se avete bar o ristoranti ovviamente nemmeno ai clienti. E non mi interessa che rischiate la multa o quale altra tortura il sire ha disposto per voi , se non siete in grado di opporvi con fermezza a questo obbrobio giuridico Dio vi punirà con tutta la sua potenza e sarete destinati a fallire.

- Advertisement -

More articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -

Latest article

Mainstream sugli scudi per la “donna” picchiata a Milano. Se fosse stato uomo, bianco ed etero avrebbero fatto lo stesso?

La sinistra si compatta, piena d'indignazione per la “donna” malmenata a Milano fuori dalla scuola. Ovviamente, come sempre,...

E’ partita la giostra del cambiamento climatico, nuova supposta in arrivo dalla Ue?

E’ partita la giostra del cambiamento climatico, nuova supposta in arrivo dalla Ue? Guardando la...

Fermiamo lo sviluppo dell’intelligenza artificiale prima che sia troppo tardi.

Il progresso tecnologico sta raggiungendo velocemente il suo apice, aprendo le porte a una nuova era: quella dell'intelligenza artificiale. Mai prima d'ora...

L’Italia entra ufficialmente in guerra. Siete pronti a morire per Kiev?

Quando ieri ho visto le immagini della parata trionfante per l’arrivo di Zelensky a Roma ho fatto veramente fatica a credere ai...

Riportiamo l’orso nel suo habitat naturale, lo zoo.

Da giorni giro sui social e non faccio altro che leggere continuamente frasi da libro cuore sugli orsi del trentino, scrollo la...