13.5 C
Rome

#io apro: Ristoratori e Baristi pronti a riaprire in 50.000?

Must read

Alla sinistra senza un programma rimangano solo gli slogan: Lotta al fascismo e agenda Draghi.

La campagna elettorale del pd è appena iniziata ma sta già assumendo dei contorni esilaranti. Letta sta dimostrando...

Perchè preferire una vera coalizione antisistema al centrodestra di Giorgia Meloni.

A me la Meloni piace, sia chiaro. Mi piacciono le sue idee, non tutte ma la maggior parte,...

Tutto secondo copione: Ricominciano con il vile ricatto del mostro spred.

Come avevo previsto nelle scorse settimane le vedovelle di Draghi ritornano subito all’assalto con la stucchevole retorica dei...

Crisi di governo: Non c’è niente di più fascista dei sedicenti democratici.

L’esperienza di governo del peggior presidente del consiglio della storia volge finalmente al termine. Mattarella si appresa a sciogliere le camere e...

Stamattina ho letto una notizia che ammetto ha riacceso in me un briciolo di speranza: Ristoratori, baristi, palestre hanno formato un movimento che promette di dare battaglia al governo riaprendo 50.000 attività  tutte insieme le attività a partire dal 15 Gennaio. Credo che questa notizia meriti risalto, e credo che meritino un plauso gli organizzatori di tale iniziativa. E’ arrivato il momento di dire basta a questo governo di covidioti e ribellarsi senza se e senza ma alle demenziali misure emergenziali.

 Si sta avverando esattamente quello che avevano previsto negli articoli dei primi di dicembre  che invito i lettori ad andarsi a riprendere : finito di incolpare il popolo zozzone per l’abuso delle libertà concessagli nel periodo natalizio è tempo di tornare in lockdown, un lockdown ancora peggiore del primo perché stavolta, salvo il popolo non si opponga con forza, sarà perpetuo. Perché statene certi una volta arrivati all’estate anche se ci fosse un morto al giorno ricominceranno con la solita litania del non possiamo permetterci di fare gli stessi sbagli dell’altra volta e cosi continueranno a tenerci murati vivi dentro casa come dei carcerati per sempre.   Siamo nel momento più cruciale della storia moderna, dal nostro comportamento dipenderà il futuro nostro, dei nostri figli e dell’intera umanità. Dinanzi a noi solo due scelte: Piegarci e sottometterci al nuovo regime terapeutico e trascorrere una vita triste, fatta di paura noia, zero socialità e distruzione totale dell’economia e delle classi lavoratrici oppure  opporci con fermezza a tutto questo mandandoli a cagare senza pietà.

Sogno un Italia dove da un giorno all’altro tutte le attività aprono senza chiedere il permesso a nessuno, dove le persone escono di casa senza paura pronti a prendersi qualsiasi multa pur di difendere le proprie libertà e i propri diritti, ma soprattutto sogno i covidioti indignati che gridano e ci insultano idignati dai loro balconi arcobaleno. Questo sogno sta per diventare realtà? Lo scopriremo nelle prossime settimane.

- Advertisement -

More articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisement -

Latest article

Alla sinistra senza un programma rimangano solo gli slogan: Lotta al fascismo e agenda Draghi.

La campagna elettorale del pd è appena iniziata ma sta già assumendo dei contorni esilaranti. Letta sta dimostrando...

Perchè preferire una vera coalizione antisistema al centrodestra di Giorgia Meloni.

A me la Meloni piace, sia chiaro. Mi piacciono le sue idee, non tutte ma la maggior parte,...

Tutto secondo copione: Ricominciano con il vile ricatto del mostro spred.

Come avevo previsto nelle scorse settimane le vedovelle di Draghi ritornano subito all’assalto con la stucchevole retorica dei...

Crisi di governo: Non c’è niente di più fascista dei sedicenti democratici.

L’esperienza di governo del peggior presidente del consiglio della storia volge finalmente al termine. Mattarella si appresa a sciogliere le camere e...

Giunge al termine l’epopea del bibitaro che divenne ministro?

Ormai del ministro Of Maio non rimane più nemmeno la brutta copia di copia di se stesso. Sono lontani...